Lipofilling


Per lipofilling si intende il trapianto autologo di grasso.

Con l’età che avanza non solo sul volto aumentano e si formano rughe e solchi ma si verifica un riassorbimento dei volumi, molto evidente a livello malare e zigomatico.

E’ possibile ripristinare i volumi distribuendo il grasso presente in altre zone a livello facciale.

E’ ormai noto che all’interno del grasso è presente una notevole quantità di  ADSC (Adipose-derived Stem Cells) ovvero cellule staminali che determinano una rigenerazione dei tessuti permettendo un miglioramento della qualità della pelle. Il grasso viene prelevato mediante una miniliposuzione che si esegue con minime incisioni, in una zona precedentemente convenuta. Tali incisioni permettono di introdurre una cannula smussa ed atraumatica e prelevare il grasso.

Il grasso viene preparato per l’impianto ed introdotto attraverso delle incisioni e con delle cannule ancora più piccole.

Il risultato è stabile nel tempo ma, circa il 50% del grasso viene riassorbito, pertanto può essere necessario eseguire un ritocco a distanza di un anno.

L’intervento si esegue in anestesia locale in regime di Day Surgery.

Nel post-operatorio è possibile che si presentino delle ecchimosi e dell’edema sia nella zona di prelievo che nella zona di trapianto che si risolveranno nel giro di qualche giorno.

Il lipofilling può essere usato con grande successo anche per la correzione di cicatrici  o depressioni traumatiche, per il rimodellamento dei glutei, dei polpacci, del seno e dei genitali ( in corsivo e che rimanda alla sezione maschile